1.🇮🇹 PUGLIA: ROCA E LE DUE SORELLE

Ciao e benvenuto nel primo episodio di ITALIANO VIAGGIANDO una serie di 10 blog post didattici per imparare l’Italiano e contemporaneamente conoscere un pò meglio alcune destinazioni italiane tra le più affascinanti. In questo post troverai un testo scritto, un audio scaricabile, e degli esercizi di comprensione, vocabolario e grammatica. Se hai suggerimenti, commenti o semplicemente delle opinioni per migliorare questa sezione puoi lasciare un commento nella casella di testo, sarò felice di ricevere i tuoi consigli. Buon lavoro!





ALLA SCOPERTA DEL SALENTO

Roca Vecchia e le “Due Sorelle”

Sul mare Adriatico, da una colonna di marmo bianco, la Madonna di Roca domina la marina. Osservandola dal mare, la statua sembra indicare la vicina grotta-piscina della Poesia, definita dal National Geographic tra le dieci piscine naturali più belle al mondo. 

Un bagno a Roca Vecchia è per intenditori: le acque sono particolarmente fresche grazie a sorgenti di acqua dolce che sgorgano dagli scogli. 

Volendo ci si può tuffare dalla barca e raggiungere a nuoto lo splendido antro. Fu proprio attraverso la grotta collegata al mare aperto che i Turchi riuscirono ad entrare a Roca.

La caverna è stata nei secoli una sorta di santuario promettendo ricchi doni se si fosse arrivati sani e salvi sull’altra sponda del canale di Otranto. Proseguendo verso sud, troviamo due faraglioni che sembrano avere testa di donna: sono le due Sorelle, che secondo una leggenda emersero all’improvviso dal mare dopo che vi annegarono due bellissime sorelle.

Nel romanzo di Carlo Stasi, accanto alle due sorelle c’è anche il loro innamorato, Brizio, un faraglione leggermente schiacciato, più vicino alla spiaggia, che le guarda con malinconia. Il giovane inseguì le due sorelle per evitare che annegassero, ma morì pure lui.

La leggenda potrebbe avere un fondamento di verità, visto che in questo tratto di mare, quando c’è maltempo, si formano vortici pericolosi.

On the Adriatic Sea, from a white marble column, the Madonna di Roca dominates the marina. Looking that from the sea, the statue seems to indicate the nearby cave-pool called Cave of Poetry, defined by the National Geographic among the ten most beautiful natural pools in the world.

A bath in Roca Vecchia is for connoisseurs: the water is particularly beautiful thanks to sources of fresh water that flow from the rocks.

If you want, you can dive from the boat and swim to the beautiful cave. It is precisely through the cave connected to the open sea that  Turks managed to become part of a Roca.

The cave was once a sanctuary promising rich gifts if it were healthy and safe on the other side of the Otranto canal. Going south, we find two Faraglioni that seem to have the head of a woman: they are the two Sisters, who according to legend suddenly emerged from the sea after two beautiful sisters drowned there.

In the novel by Carlo Stasi, next to the two sisters there is also their lover, Brizio, a slightly flat, closer to the beach, which looks at them with melancholy. The young man chased the two sisters to avoid them drowning, but he died too.

The legend could have a foundation of truth, considering that in this stretch of sea, when there is bad weather, dangerous vortices are formed.