Cosa è il numero del nome? Tutti i nomi italiani hanno un numero grammaticale, cioè qualcosa che indica se sono singolari o plurali. La parte che ci fa capire questo è la desinenza della parola, cioè la parte finale della stessa.

Come si passa dal singolare al plurale di un nome? Dobbiamo guardare come finisce il nome, cioè dobbiamo considerare la sua desinenza

Attenzione: I nomi che terminano con un accento sono invariabili

la città / le città il caffè / i caffè

Nomi desinenza singolareAl plurale diventanoAlcuni esempi
– a– i se maschili
– e se femminili
problema/problemi donna/donne
– o– i libro/ libri
– e– icane/ cani
– i– icrisi /crisi
analisi / analisi
Casi particolari
-ca/-ga -chi/-ghi se sono maschili
-che/-ghe se sono femminili
collega/colleghi duca/duchi
banca/banche cronaca/cronache
co/-go -chi/ghi se hanno l’accento sulla penultima sillaba gioco/giochi
elenco/elenchi
-ci/-gi se hanno l’accento sulla terzultima sillaba sindaco/sindaci
medico/medici
Eccezioni: amico/amici incarico/incarichi obbligo/obblighi profugo/profughi
-logo -loghi se sono cose
-logi se sono persone
dialogo/dialoghi
psicologo/psicologi
-cia/-gia -ce/-ge se prima c’è una consonante mancia/mance pioggia/piogge
-cie/-gie se prima c’è una vocale valigia/valigie camicia/camicie
-cìa/-gìa – cìe/-gìe farmacia/farmacie bugia/bugie
-io -i figlio/figli bacio/baci
-ìo -ii zio/zii pendio/pendii
Nomi irregolari uomo/uomini bue/buoi paio/paia dio/dei uovo/uova braccio/braccia

Esercizi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *